Triplo/doppio vaccinato 4 casi su 5 Covid-19, ricoveri e decessi da novembre secondo i dati ufficiali

Gli ultimi dati ufficiali della Sanità Pubblica suggeriscono che la variante Omicron Covid-19 non è peggiore del comune raffreddore tra la popolazione non vaccinata ma sembra colpire molto più gravemente la popolazione tripla vaccinata con gli ultimi dati che confermano che la popolazione vaccinata ne ha rappresentato 8 ogni 10 casi, 7 ogni 10 ricoveri e 8 ogni 10 decessi per Covid-19 dal 20 novembre 2021 nonostante la campagna di richiamo.

Public Health Scotland (PHS) pubblica un rapporto statistico settimanale Covid-19 contenente dati su casi di Covid-19, ricoveri e decessi per stato di vaccinazione.

Il 22 dicembre PHS ha pubblicato il primo rapporto statistico Covid-19 contenente i dati sulla popolazione vaccinata tripla/richiamo, e da allora ha pubblicato altri due rapporti, il che significa che siamo stati in grado di analizzare 7 settimane di dati Covid-19 sull’efficacia del booster jab, e questo è quello che abbiamo trovato…

Per l’analisi sono stati utilizzati i seguenti rapporti:

Casi di covid-19

La tabella 11 dell’ultimo rapporto pubblicato il 13 gennaio 22 contiene i dati sui casi di Covid-19 in base allo stato di vaccinazione in un periodo di quattro settimane dal 21 dicembre al 07 gennaio 22. Alla tabella potrebbe essere stato attribuito un numero diverso nei rapporti precedenti.

Il grafico seguente è stato raccolto dai dati trovati nei tre rapporti più recenti e copre un periodo di 7 settimane dal 20 novembre al 22 gennaio e mostra che la maggior parte dei casi di Covid-19 è stata tra la popolazione vaccinata da un miglio di campagna.

Omicron avrebbe colpito il Regno Unito alla fine di novembre 2021 e, come possiamo vedere a questo punto, la popolazione vaccinata ha rappresentato circa il doppio dei casi, con 11.399 casi tra i vaccinati e 6.633 casi tra i non vaccinati tra il 20 novembre e il 26 novembre. .

Tuttavia, avanza di 1 mese e possiamo vedere che le cose iniziano a cambiare drasticamente con la popolazione vaccinata che rappresenta circa 5 volte più casi, con 49.955 casi tra i vaccinati e solo 9.070 casi tra i non vaccinati tra il 18 dicembre e il 24 dicembre.

La settimana successiva, tuttavia, peggiora molto, con la popolazione vaccinata che rappresenta circa 6,5 ​​volte più casi. Ci sono stati 92.844 casi tra la popolazione vaccinata ma solo 14.465 casi tra la popolazione non vaccinata.

Ciò che è interessante notare anche qui, come illustrato perfettamente nel grafico sottostante, è l’aumento estremo dei casi sia tra la popolazione vaccinata a due dosi che quella a tre dosi, mentre i casi tra la popolazione non vaccinata sono diminuiti per tutto il mese di dicembre per poi aumentare leggermente verso la fine del mese .

Come si può notare dai suddetti casi tra la popolazione non vaccinata e vaccinata sono diminuiti nella settimana dal 1 gennaio al 7 gennaio 22. Tuttavia, sono diminuiti solo nella popolazione vaccinata a causa di un calo dei casi tra i vaccinati 1 e 2 dose, mentre in realtà sono aumentati tra la popolazione vaccinata a tre dosi.

Se hai mai avuto bisogno di prove del fatto che il jab di richiamo ti renda molto più suscettibile a contrarre Covid-19 entro le prime due settimane dal jab, allora eccolo qui.

Complessivamente, dal 20 novembre 21 al 7 gennaio 22 ci sono stati un totale di 350.072 casi confermati di Covid-19 in Scozia. La popolazione non vaccinata ha rappresentato solo 64.638 di questi casi, mentre la popolazione vaccinata ha rappresentato uno scioccante 285.434.

Ricoveri Covid-19

La tabella 12 dell’ultimo rapporto pubblicato il 13 gennaio 22 contiene i dati sui ricoveri per Covid-19, per stato di vaccinazione, in un periodo di quattro settimane dal 21 dicembre al 22 gennaio 11. La tabella potrebbe essere stata attribuita a un numero diverso nei rapporti precedenti.

Il grafico seguente è stato raccolto dai dati trovati all’interno dei tre rapporti più recenti e copre un periodo di 7 settimane dal 20 novembre 21 al 7 gennaio 22, e mostra che la maggior parte dei ricoveri Covid-19 è stata anche tra la popolazione vaccinata .

I ricoveri tra le popolazioni vaccinate e non vaccinate nel complesso non sono mai cambiate molto fino alla settimana che inizia dal 25 dicembre, momento in cui i ricoveri si sono quasi raddoppiati tra i vaccinati rispetto alla settimana precedente, mentre sono aumentati solo del 25% tra i non vaccinati.

Ma ciò che è interessante notare qui è che mentre il numero di ricoveri per Covid-19 non è aumentato settimana dopo settimana fino al 25 dicembre, i ricoveri tra i triplo vaccinati sono aumentati.

Dal 25 dicembre la stragrande maggioranza dei ricoveri Covid-19 è infatti tra i triplo vaccinati, e come si può notare da quanto sopra indicato i ricoveri tra la popolazione triplo vaccinata sono aumentati di settimana in settimana dal 4 dicembre 2021, e parallelamente a quella dose la popolazione vaccinata sono l’unica popolazione ad essere aumentata nella settimana che inizia il 1 gennaio 2022.

Complessivamente, dal 20 novembre 21 al 7 gennaio 22 ci sono stati un totale di 3.341 ricoveri confermati per Covid-19 in Scozia. La popolazione non vaccinata ha rappresentato solo 856 di questi ricoveri, mentre la popolazione vaccinata ha rappresentato 2.485.

Decessi per covid-19

La tabella 13 dell’ultimo rapporto pubblicato il 13 gennaio 22 contiene i dati sui decessi per Covid-19 per stato di vaccinazione in un periodo di quattro settimane dal 21 dicembre al 31 dicembre 21. Alla tabella potrebbe essere stato attribuito un numero diverso nei rapporti precedenti.

Il grafico seguente è stato raccolto dai dati trovati all’interno dei tre rapporti più recenti e copre un periodo di 7 settimane dal 13 novembre 21 al 31 dicembre 21, e mostra che la maggior parte dei decessi per Covid-19 è stata tra la popolazione vaccinata .

Ma ciò che questo grafico dimostra anche è che la gravità di Omicron, almeno in termini di morte, è molto più lieve della gravità del suo presunto predecessore, Delta.

I decessi sono diminuiti di settimana in settimana sia tra la popolazione vaccinata che non vaccinata, dalla presunta introduzione della variante Omicron, ma purtroppo possiamo vedere che hanno iniziato ad aumentare di settimana in settimana tra la popolazione triplo vaccinata.

Ma mentre i decessi potrebbero essere diminuiti, è importante notare che il numero di decessi tra la popolazione vaccinata supera ancora di gran lunga il numero di decessi che si verificano tra la popolazione non vaccinata.

Complessivamente, dal 13 novembre 21 al 31 dicembre ci sono stati un totale di 518 decessi confermati per Covid-19 in Scozia. La popolazione non vaccinata ha rappresentato solo 94 di questi decessi, mentre la popolazione vaccinata ha rappresentato 424.

È ora di porre fine a tutte le restrizioni sulla popolazione non vaccinata

Secondo gli ultimi tre rapporti statistici PHS Covid-19 pubblicati, il più recente dei quali è stato pubblicato il 12 gennaio 2022, in un periodo di 7 settimane la popolazione vaccinata ha rappresentato l’82% dei casi di Covid-19, il 74% di Covid-19 ricoveri e l’82% dei decessi per Covid-19.

Con tanti casi registrati tra la popolazione vaccinata, la maggior parte dei quali tra i triplo e doppio vaccinati, come possono Nicola Sturgeon, o qualsiasi governo del genere, giustificare l’applicazione di un sistema di passaporti vaccinali che discrimina i non vaccinati?

Come può un paese, come l’Australia, giustificare il permesso di ingresso solo se hai avuto l’iniezione di Covid-19?

Come può Boris Johnson permettere ai non vaccinati di entrare in un locale solo se hanno fatto un test Covid-19, ma far entrare i vaccinati senza restrizioni?

Queste politiche non hanno senso.

I dati non potrebbero essere più chiari, i vaccini Covid-19 non sono in grado di prevenire l’infezione o la trasmissione e sembra che coloro che hanno avuto il richiamo siano attualmente su una traiettoria verso una maggiore miseria dopo aver già rappresentato la maggior parte dei ricoveri nell’inizio del 2022.

Se i governi di tutto il mondo sono così affamati di potere da dover imporre restrizioni, allora dovrebbero applicarle alla popolazione vaccinata e lasciare che i non vaccinati continuino le loro vite come meglio credono.

Perché questi dati dimostrano che Omicron si sta rivelando non peggiore del comune raffreddore tra la popolazione non vaccinata, ma si sta rivelando così grave tra i vaccinati che stanno facendo pressione sugli ospedali.

Se non cambia nulla a posteriori di questi dati, sicuramente anche i più accaniti sostenitori delle restrizioni dovrebbero ammettere che questo non ha assolutamente nulla a che fare con la tutela della salute pubblica e invece tutto con il controllo.

Fonte: https://dailyexpose.uk/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...