Luc Montagnier, Discorso al Parlamento Lussemburghese: “Non Sono Vaccini, Sono Veleni”

PRIMUM NON NOCERE.

Ippocrate

Mercoledì 12 gennaio , il premio Nobel per la medicina per la scoperta dell’AIDS, l’iologo professor Luc Montagnier, è stato invitato al parlamento lussemburghese ad accompagnare i firmatari contro la vaccinazione obbligatoria . Ha parlato dei vaccini Covid ed era presente anche la genetista Alexandra Henrion Caude.

Luc Montagnier durante il suo intervento

Luc Montagnier ha detto nel suo discorso:

“Questi vaccini sono veleni. Non sono veri vaccini. L’mRNA consente al suo messaggio di essere trascritto in tutto il corpo, in modo incontrollabile. Nessuno può dire per ciascuno di noi dove andranno questi messaggi. Si tratta quindi di una terribile incognita. E infatti ora stiamo imparando che questo è un lavoro pubblicato più di un anno fa che questi mRNA contengono un’area che possiamo chiamare prione, che è un’area in grado di introdurre modificazioni proteiche in modo imprevedibile. Come medico conoscevo 21 persone che hanno ricevuto 2 dosi di vaccino Pfizer, c’è un’altra persona che conoscevo che ha ricevuto il vaccino Moderna Sono morti tutti nel giro di pochi mesi. I vaccini- Pfizer, AstraZeneca, Moderna contengono una sequenza identificata da Information Technology come trasformazione in prione. Esiste quindi un rischio noto per la salute umana”.

Il premio Nobel ha inizialmente ringraziato per l’invito a partecipare a un incontro così importante, come ha detto non solo per il Lussemburgo e l’Europa, ma per il Mondo intero. Ha aggiunto che come medico è ancora più importante per lui “che c’è una discussione sull’etica medica che facciamo parte di Ippocrate del principio del “Primum non nocere” prima, non nuocere”, vincolato dal giuramento che facciamo . Dobbiamo rispettare l’etica della medicina per prendersi cura e guarire, ma quello che sta accadendo oggi è completamente il contrario”.

Il video di Luc Montagnier al Parlamento Lussemburghese

Come ha sottolineato in modo caratteristico, si tratta di “una massiccia campagna con regole di marketing per vendere e imporre prodotti che uccidono. Per fortuna non in tutto il mondo, ma più grandi e ora più giovani, sportivi e anche bambini”.

Per chi fosse interessato, ecco il riassunto dell’articolo a cui fa riferimento Luc Montagnier :

Annunci

L’intervista del professor Montagnier a France Soir nel novembre 2021

Fonte:https://www.francesoir.fr/

Per dare credito allo scienziato a monte, la sua previsione secondo cui l’uso di un nuovo tipo di vaccino potrebbe portare a effetti avversi, tra cui l’incurabile malattia di Creutzfeldt-Jakob, ha iniziato a realizzarsi e i casi di questa malattia che si sono sviluppati dopo la vaccinazione sono già stati registrati . Il professor Montagnier ha anche tracciato parallelismi tra il virus covid e l’HIV, ha menzionato l’isola di Mayotte e ha parlato dei pericoli dell’alluminio nei vaccini.

Professore, ci siamo già incontrati con lei prima, discutendo l’origine del virus, e poi le sue preoccupazioni sugli effetti collaterali della vaccinazione. Ebbene, non è passato molto tempo, e possiamo dire che avevi ragione: i nuovi vaccini non sono proprio perfetti.

– Sì, e la cosa peggiore è che le persone muoiono. Compreso il morbo di Creutzfeldt-Jakob. Questa è una malattia in cui il cervello si trasforma in qualcosa di simile a una spugna, una forma specifica di encefalopatia. In condizioni normali, questa malattia è estremamente rara: sì, esiste una forma geneticamente determinata della malattia, ma se si esclude il fattore genetico, da qualche parte su un milione di persone è a rischio di ammalarsi.

Ma ora non è più così? Le persone si ammalano a causa dei nuovi vaccini? E quanti casi di malattia di Creutzfeldt-Jakob sono già stati rilevati?

– Almeno 5. Queste sono persone completamente diverse e non c’è nulla in comune tra loro, tranne che intorno ad aprile-maggio di quest’anno sono state vaccinate con Pfizer. Presto sono comparsi i primi segni della malattia – inizialmente non così evidenti, ma nel caso di Creutzfeldt – Jakob, la condizione peggiora molto rapidamente. Tutte queste persone sono morte entro 2-3 mesi dalla vaccinazione.

Annunci

La malattia di Creutzfeldt-Jakob è chiamata malattia da prioni. Cosa sono i prioni comunque?

– I prioni sono stati scoperti relativamente di recente, sono stati studiati principalmente negli Stati Uniti, in Inghilterra e qui in Francia. Un prione è un tipo specifico di proteina che può attaccare e distruggere le cellule sane, in modo che non possano più riprendersi.

Possiamo dire che i prioni sono una seria minaccia per l’umanità?

– Sfortunatamente, non sappiamo molto su di loro. Al momento, si può solo sostenere che le malattie da prioni sono fatali e incurabili. All’inizio degli anni ’80, ci fu un mostruoso scandalo in Francia quando più di 120 bambini morirono di malattia di Creutzfeldt-Jakob. E si sono ammalati perché sono stati vaccinati con un estratto della ghiandola pituitaria umana. Il materiale per la vaccinazione è stato prelevato da anziani morti nelle case di cura, ma essi stessi non avevano il morbo di Creutzfeldt-Jakob, ma avevano il morbo di Alzheimer o il morbo di Parkinson. Quindi, tra tutte queste malattie c’era qualcosa in comune, che a quel tempo non era sospettato, e qualcosa come un’infezione si verificava a livello molecolare.

Più tardi ho conosciuto i risultati di un esperimento condotto in Spagna sulle pecore. Lì, a seguito della vaccinazione, gli animali hanno iniziato a prudere continuamente e a perdere il mantello. Si è scoperto che erano malati di prurito, una malattia chiamata anche scrapie, e anche questa è un’infezione da prioni. Quindi gli scienziati si sono chiesti quale dei componenti del vaccino causasse la formazione di prioni e, dopo ulteriori ricerche, sono giunti alla conclusione che la colpa è dell’alluminio, che è stato utilizzato nei vaccini come adiuvante.

Secondo lei, bastano solo 5 casi di malattia di Creutzfeldt-Jakob per chiedere lo stop alle vaccinazioni?

– Almeno una pausa per studiare la questione. Non sappiamo nemmeno se nel vaccino Pfizer venga utilizzato l’alluminio, non ci sono dati in merito. Siamo costretti a vagare nel buio e costruire ipotesi.

Non escludo che la proteina che si converte in prione sia quella che viene introdotta nell’organismo insieme al vaccino, ovvero la proteina spike…

Annunci

Il famoso Spike?

– È. Ma per provare o smentire questa ipotesi, è necessario svolgere un’enorme quantità di lavoro in centri scientifici specializzati impegnati nella ricerca sul lavoro del cervello.

Intanto il governo ha già iniziato a parlare di rivaccinazione della popolazione.

– Sì, e questa è una specie di follia – come se, a parte i vaccini, non ci fossero cure per le malattie virali. Questo è ridicolo perché i virus mutano e imparano a bypassare i vaccini. Dovrebbe essere prestata maggiore attenzione al trattamento nelle prime fasi della malattia e gli antibiotici non dovrebbero essere dimenticati, perché il coronavirus ha un complice: un batterio, di cui per qualche motivo preferiscono dimenticare. Ora gli scienziati italiani stanno conducendo ricerche su questo tema, ma da solo aggiungo questo: una volta, mentre studiavo il virus HIV, ho scoperto che agisce in tandem con un batterio. Quindi, nel caso del coronavirus, abbiamo a che fare esattamente con la stessa simbiosi.

Quindi, sei categoricamente contrario ai nuovi vaccini?

– Ascolta, quanti aborti si sono già verificati nelle donne in gravidanza dopo la vaccinazione e ora stanno già parlando di vaccinare i bambini. Questo è inaccettabile perché non possiamo valutare come gli effetti della vaccinazione influenzeranno le generazioni future. Dopotutto, esiste un vaccino BCG che viene utilizzato contro la tubercolosi e funziona anche contro altre malattie stimolando l’immunità cellulare. Di solito non viene menzionato, parlano solo di anticorpi, ma l’immunità cellulare è molto importante.

Vedete, tutta questa storia con i vaccini di un nuovo tipo è puro commercio, non c’è scienza. Le persone hanno iniziato a inseguire vaccini nuovi, dimenticando che puoi semplicemente stimolare l’immunità cellulare con lo stesso vaccino BCG. Ad esempio, sull’isola di Mayotte (un’isola nell’Oceano Indiano, territorio della Francia), questa vaccinazione è obbligatoria e ci sono stati pochissimi casi di covid fino a quando non è stato inviato dalla metropoli l’ordine per la vaccinazione universale con nuovi vaccini. E qui la curva delle malattie è salita bruscamente.

Con tristezza e rammarico ho ricevuto la notizia della morte di Luc Montagnier, avvenuta l’8 febbraio. Voglio ricordarlo per il coraggio dimostrato, negli ultimi anni di vita, nel sostenere la qualità migliore che un umano possa avere: ” la sua incessante voglia di LIBERTÀ”.

“L’AIDS non porta necessariamente alla morte, specialmente se si eliminano i co-fattori che supportano la malattia. È molto importante farlo presente a chi è malato. Penso che dovremmo dare a questi co-fattori lo stesso peso che diamo all’HIV. I fattori psicologici sono di vitale importanza per sostenere il sistema immunitario. E se si elimina questo sostegno, dicendo a chi è malato che è condannato a morire, basteranno queste parole a condannarlo”. Luc Montagnier

Consiglio vivamente il documentario Vaxxed per avere un’idea della loro [vaccini] pericolosità.

Guardare il documentario cliccando semplicemente play.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...