La caduta del Tavistock Institute. Uno scandalo medico

In quello che potrebbe svelare uno dei più grandi scandali medici del secolo, la scorsa settimana il NHS ha ordinato la chiusura del servizio di sviluppo dell’identità di genere (GIDS) di Tavistock.

GIDS, presso il Tavistock and Portman Trust di Londra, è stata la principale clinica inglese per il trattamento di bambini con problemi di identità di genere. La sua chiusura arriva dopo l’ultimo rapporto di Hilary Cass, un pediatra senior che ha esaminato i servizi di genere del SSN per i bambini. Dire che le sue scoperte sono state schiaccianti è un eufemismo.

Per anni, i semi della caduta del Tavistock sono stati nascosti in bella vista, mentre lentamente è emersa un’immagine dei suoi medici che distribuiscono farmaci dannosi a giovani confusi di genere come se fossero dolci.

La posizione relativista generale dei medici senior è stata resa incredibilmente pericolosa per i pazienti: è a questo punto che diventa chiaro che queste persone pensano che sia un obiettivo ragionevole alterare il tessuto corporeo sano di un bambino per adattarsi a una mente che, per loro stessa ammissione , è in continuo sviluppo.

In modo irresponsabile e insensibile, il Guardian promuove la continuazione del lavoro di Tavistock senza menzionare i migliaia di bambini danneggiati . “Sono state sollevate alcune preoccupazioni iniziali su una possibile lacuna nella fornitura di servizi”, ha scritto The Guardian , “ma ai pazienti è stato assicurato che ci sarà una transizione graduale agli hub per i primi utenti a Londra e Manchester, con l’aspettativa che diventino pienamente operativi nella primavera del 2023. Sono previsti altri tre hub”.

Come ha riconosciuto UnHerd: “Purtroppo, ci sono ancora delle Sirene là fuori. Con un po’ di fortuna e un po’ di vento in poppa, la chiusura dei GIDS alla fine segnerà anche la loro fine”. Forse The Guardian è una di quelle Sirene?



Mermaids è un gruppo di attivisti il ​​cui unico obiettivo sono i “bambini e giovani transgender, non binari e di genere diverso fino al loro 20 ° compleanno”. In altre parole, il loro attivismo prende di mira i bambini la cui mente è ancora in via di sviluppo.

Di seguito è riportata un’immagine da un articolo pubblicato sul sito Web di Mermaids in risposta alla chiusura del GIDS, promuovendo in modo aggressivo la continuazione e la crescita di pratiche mediche non sicure per i bambini. Forse questa è la fonte usata per l’ articolo del Guardian.

Chiusura Tavistock: risposte alle tue domande , Sirene, 29 luglio 2022

Com’è caduto Tavistock

Sue Evans era un’infermiera che lavorava in una squadra che prescriveva incautamente bloccanti della pubertà e ormoni sessuali incrociati ai bambini. Ha denunciato nel 2005. “La scorsa settimana, il Servizio sanitario nazionale ha ordinato che la clinica per giovani di genere del Tavistock chiudesse i battenti entro la prossima primavera. E io sono parte del motivo per cui hanno chiuso”, ha detto Sue Evans.

Il modo in cui le attività dubbie di Tavistock sono state finalmente portate a termine è la storia di come un piccolo gruppo di informatori – medici, infermieri, genitori e pazienti, insieme all’aiuto di giornalisti – è stato in grado di smascherare senza sosta la medicina guidata dagli attivisti che sapevano che era irresponsabile.

Evans è entrata a far parte della Tavistock Clinic nel 2003. Poco dopo essersi unita, Evans ha assunto un ulteriore ruolo part-time lavorando con bambini e adolescenti in GIDS. Evans ha detto che “allora c’erano meno di 100 referral all’anno in tutto il paese, per lo più ragazzi biologici”.

Durante le sue prime settimane con GIDS, il gruppo ha discusso di un paziente appena segnalato, un ragazzo di 16 anni con una storia complessa, che sentiva di essere nato nel corpo sbagliato. Quattro mesi dopo, discutendo dello stesso rinvio, una collega che aveva preso il caso ha annunciato che lo stava raccomandando per i bloccanti della pubertà. “Sono stato sorpreso di sapere che il mio collega mi consigliava droghe quando, a mio avviso, non sarebbe stata possibile raggiungere una comprensione significativa del suo mondo interno”, ha detto Evans.

In questo momento Tavistock si specializzò in terapia, parlando dei problemi con i pazienti, e generalmente non prescriveva farmaci. “Per questo motivo, mi aspettavo lo stesso approccio quando si trattava di prendersi cura di bambini e adolescenti con disforia di genere”, ha spiegato Evans.

“Avevo anche notato che i medici senior del servizio si incontravano regolarmente con Mermaids, un gruppo di difesa dei pazienti transgender. All’inizio, ho visto tutto questo come uno sviluppo in ritardo. Ma con il passare del tempo, è apparso chiaro che gruppi come i Mermaids stavano esercitando un’influenza su medici e clinici nel servizio, a volte dettando le aspettative di cura per i nostri pazienti.

“L’influenza esterna dei gruppi di difesa è aumentata. Invece di essere un servizio clinico incentrato sulla ricerca in cui stavamo imparando e sviluppando idee, ci è sembrato un fatto compiuto dover assecondare ciò che volevano Mermaids e i pazienti, anche se noi, i professionisti della salute mentale , facevamo domande legittime sull’adeguatezza dei trattamenti richiesti dai pazienti e dai sostenitori dei pazienti.

“Quello che ho visto in quegli anni mi ha preoccupato profondamente”.

Tutto questo prima che Internet si impadronisse di un’intera generazione di adolescenti. Non c’erano gruppi online dedicati all’affermazione di genere e all’istruzione dei bambini su cosa dire ai loro fornitori per assicurarsi gli ormoni sessuali incrociati.

Solo due membri del personale hanno espresso le loro preoccupazioni sulla direzione che stava prendendo il servizio. Evans è uno e il dottor Az Hakeem l’altro. Evans ha portato le sue preoccupazioni al direttore clinico del Tavistock. Il direttore clinico ha chiesto al dottor David Taylor, direttore medico del Trust, di avviare un’indagine sul lavoro della clinica di genere. La sua relazione è stata pubblicata nel 2006.

“Non ricordo che allora mi sia stato mostrato il rapporto e non ricordo alcuna discussione approfondita sui contenuti dello stesso o su come le raccomandazioni sarebbero state attuate. L’unico cambiamento che ricordo è che un membro anziano del personale, del generale Dipartimento per l’adolescenza, iniziò a supervisionare il nostro lavoro. Quella svista si è esaurita quando questo membro del personale è andato in pensione.

Nel 2019, Evans ha avuto modo di vedere il rapporto, ma solo dopo che la giornalista della BBC Hannah Barnes l’ha ottenuto tramite una richiesta di Freedom of Information (“FOI”). Alla fine del mese scorso, Hannah Barnes ha pubblicato un thread informativo su Twitter che include il tweet qui sotto:



Avendo ora visto il rapporto ottenuto in risposta a una richiesta FOI, Evans ha dichiarato:

“Ha confermato tutte le cose inquietanti che avevo riportato: i nostri dati erano scarsi; non venivano memorizzati correttamente; e non ci sono stati follow-up sufficienti con i pazienti una volta che hanno lasciato il servizio, il che significa che non sapevamo come stavano i nostri pazienti a meno che non ci scrivessero volontariamente.

“Come ora abbiamo appreso da informatori più recenti, le raccomandazioni nel rapporto sono state sepolte e quando sulla stampa sono emerse critiche o domande difficili, la direzione di Tavistock ripeteva lo stesso mantra su come fossero ‘una classe mondiale al servizio di tutti’.

“Mi ero sforzata di aiutare il Servizio per lo sviluppo dell’identità di genere dall’interno, ma mi sembrava di nuotare contro una marea sempre più forte. Non volevo far parte di qualcosa che sembrava sbagliato e sapevo che ogni qualvolta che parlavo venivo gettata in un’ombra più oscura di sospetto dai miei colleghi.

“Quindi, nel 2007, ho smesso.”

Le citazioni di Sue Evans sono estratte da un articolo scritto dalla Evans e pubblicato su Substack Common Sense di Bari Weiss . Puoi leggere l’articolo completo QUI .

L’immagine sotto: gli attivisti LGBTP stanno spingendo i genitori a portare i bambini alle sfilate dell’orgoglio , 20 giugno 2019.

RIFERIMENTI:

1 https://www.commonsense.news/p/how-tavistock-came-tumbling-down

2 https://unherd.com/2022/08/why-the-tavistock-had-to-fall/

3 https://www.dailymail.co.uk/news/article-11059641/Courage-parents-patients-whistleblowers-revealed-Tavistock-childrens-clinic-SHUT.html


“Arriveranno” anche al vostro cervello. Siete scettici ? Guardate il video qui sotto (in lingua inglese) ⬇️

https://www.corriere.it/esteri/20_agosto_29/elon-musk-nuova-impresa-pronto-entrare-cervello-umano-55dee14e-e9a7-11ea-80e5-bbd042ec2ced.shtml

paypal-logo-1-4

Dona

Per la proliferazione di informazioni prive di censura DanWebsite ha bisogno anche del tuo aiuto. Sostienici anche con una minima donazione. E più che sufficiente. Grazie di ♥️

3,00 €

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...